Indirizzo: Via Saverio D’Errico, 1, 74027 San Giorgio Ionico TA, Italia Telefono: 0995921193 3274469082 Email: info@cesub.it
Seguici su:

Chi siamo

Faster than
you can imagine
L'AZIENDA

La Famiglia Cesario

Fondata dalla famiglia Cesario nel Marzo del 1973, attualmente la CESUB vanta una posizione di rilievo nel settore marittimo e subacqueo, avendo soddisfatto oltre 200 clienti tra grandi società di costruzioni, società armatoriali ed enti petroliferi.

Attualmente la società si articola in tre settori distinti: Lavori Subacquei, Lavori Marittimi e Monitoraggio Ambientale. In ognuno, la CESUB ha investito molto negli anni, acquisendo notevole conoscenza in materia, attraverso anche l’adozione di tecnologie e attrezzature all’avanguardia, nonché di mezzi necessari a soddisfare qualsiasi forma di esigenza professionale.

Ad oggi, la società è condotta, così come all’origine, dalla famiglia Cesario, e la sua struttura ed esperienza rappresenta il frutto di decenni di professionalità e di continua serietà.

About Us

Powerfull Features of

Delivered packeges
0 k
New equipment
0
Closed deal
0 k
LOREM IPSUM

La Storia

E’ negli anni ‘70 che prendono forma le attività di più consistente importanza, tra cui la costruzione degli sporgenti ITALSIDER (ILVA) nel Porto di Taranto per conto della società SPARACO SPARTACO s.p.a. di Roma, la realizzazione del Molo Polisettoriale del Porto di Taranto in collaborazione con l’azienda FINCOSIT s.p.a. di Genova e in seguito l’edificazione della Darsena “San Nicolicchio”, attività commissionata direttamente dalla MANTELLI s.p.a. di Genova.

Proprio dalla collaborazione con la MANTELLI s.p.a., nasce il reciproco impegno del Risanamento conservativo dell’intero pontile petroli della società petrolifera IP s.p.a. (attuale ENI s.p.a.) a servizio della Raffineria Petroli di Taranto. Sempre per la stessa società petrolifera, negli anni ‘80/‘90 la CESUB esegue attività di manutenzione della condotta sottomarina che collega la raffineria di Taranto al CBM (Campo Boe) con la società CIMIMONTUBI s.p.a. di Milano e successivamente con la BONATTI s.p.a. di Parma. 

In seguito, la CESUB lavora per la PIRELLI CAVI s.p.a. (attuale PRYSMIAN CAVI E SISTEMI ITALIA s.r.l.), ENEL s.p.a., BELLELI s.p.a., SOCIETA’ ITALIANA DRAGAGGI s.p.a. , ASTALDI s.p.a., ITINERA s.p.a. (Gruppo Gavio), PIACENTINI COSTRUZIONI s.p.a., etc.

Nel 1985 Cesario Liberato regala alla città di Taranto il CRISTO DEL MARE per ricordare le vittime militari e civili del mare, un dono questo che ha sempre rappresentato per la famiglia Cesario, e per i Tarantini stessi, la richiesta e la preghiera di protezione per l’uomo che, affascinato, osa entrare a far parte del magnifico ecosistema marino.

Mission e VISION

Qualità e Sicurezza

CE.SUB. s.r.l. opera nel pieno rispetto della normativa vigente nell’ambito della qualità e della sicurezza.

L’azienda pianifica e controlla tutti i processi e le attività adottando un Sistema di gestione della Qualità, i cui requisiti sono conformi alla norma UNI EN ISO 9001:2015 (Realizzazione di opere marittime e di dragaggio comprese opere di segnalamento luminoso marittimo – Esclusione punto 7.3 della Norma “Progettazione e Sviluppo”) e SOA (Attestazione di qualificazione alla esecuzione di lavori pubblici ai sensi del D.P.R. 207/2010).

Particolare attenzione è rivolta alla tutela degli operatori subacquei, garantita dalla presenza della camera iperbarica, parte integrante della dotazione aziendale per lo svolgimento delle sue attività, con la quale l’azienda si pone in linea con le norme vigenti in materia di sicurezza sul luogo di lavoro. 

L’attrezzatura in dotazione della Cesub, infatti, consente l’esecuzione di una illimitata gamma di lavori subacquei e marittimi, nella più completa autonomia e sicurezza, garantendo la piena soddisfazione del Cliente.
Inoltre, tutte le sue opere sono orientate alla salvaguardia e al rispetto dell’ambiente.

certificazioni

Lorem Ipsum

SOA

✓ OG7 classifica III-BIS
✓ OG1 classifica I

RINA

✓ UNI EN ISO 9001:2015
✓ UNI EN ISO 14001:2015
✓ UNI EN ISO 45001:2018

We work faster than you can even imagine