A partire dal 2004, la CESUB si occupa di monitoraggio ambientale dell’ambiente marino per il controllo costante dell’ambiente acquatico e dei suoi corpi idrici.

Il monitoraggio ambientale è un’attività complessa grazie alla quale poter ottenere una classificazione dettagliata dei corpi idrici che popolano l’ambiente marino costiero, così da verificarne l’effettivo stato e permetterne così, in caso di necessità, la pianificazione del loro risanamento, così da raggiungere e mantenere costanti gli obiettivi di qualità ambientale.

L’organizzazione del monitoraggio si articola in varie fasi:

  • ANTE OPERAM (fase conoscitiva), finalizzata a testimoniare lo stato e le caratteristiche originarie dell’ambiente oggetto d’indagine registrate precedentemente all’esercizio dell’infrastruttura di progetto, con particolare attenzione alle condizioni geolitologiche e geotecniche proprie del suolo su cui l’indagine medesima è eseguita. Tale fase consente pertanto di quantificare lo scenario iniziale degli indicatori ambientali a cui poter riferire l’esito dei successivi rilevamenti, oltre che valutare i risultati degli accertamenti successivamente effettuati, al fine di porre in essere eventuali interventi correnti in itinere;

  • INTER OPERAM (fase altamente operativa), attraverso cui poter documentare eventuali alterazioni dello stato antropico naturale di partenza dovute allo svolgimento delle fasi di realizzazione del progetto medesimo e verificare nel contempo che siano garantiti interventi di mitigazioni mirati in caso di situazioni critiche, nel pieno rispetto della normativa vigente in materia;

  • POST OPERAM (fase conclusiva), in cui la documentazione prodotta, sottoposta a verifica da parte di un apposito team di lavoro, è resa in termini standardizzati, così da rendere i risultati raccolti facilmente confrontabili con i parametri normativi concernenti le diverse componenti ambientali oggetto di monitoraggio (Atmosfera, Acustica, Ambiente idrico in tutte le sue specifiche: analisi chimico-fisiche, sonda multiparametrica, torbidimetro, correntometro e lunghezza d’onda, monitoraggio marino).

In ciascuna fase il Monitoraggio Ambientale ha lo scopo di raccogliere tutti gli elementi biologici, fisici, chimici e idromorfologici utili alla definizione dello stato ecologico.

Per tali controlli, aventi l’obiettivo ultimo di offrire informazioni aggiornate in merito alla composizione attuale dell’ecosistema marino esistente, la CESUB ha acquisito negli anni notevole esperienza professionale garantita dal nostro staff tecnico e dal possesso di strumentazione scientifica ad alti standard qualitativi.